Laboratorio a cielo aperto a Genova: conoscere i rischi e valutare insieme le soluzioni in un clima che cambia

Posizione:

Sede principale: Genova, Museo di Storia Naturale “G. Doria” (Museo di Storia Naturale)

Altre località verranno aggiunte una volta definite dagli stakeholder locali.

I sensori saranno utilizzati anche attraverso mezzi messi a disposizione dagli stakeholder, come ad esempio barche, biciclette e automobili o zaini di escursionisti.

Aree di ricerca ambientale a cui ci rivolgiamo

Cambiamenti climatici, eventi estremi, rischi naturali (inondazioni improvvise, frane, vento, mareggiate, ondate di caldo e freddo), inquinamento, trasporti sostenibili, ciclo dell’acqua

A proposito

 Il Genoa Living Lab è un laboratorio a cielo aperto per cittadini e stakeholder per rafforzare la consapevolezza sui cambiamenti climatici e sui relativi rischi ambientali (es. alluvioni improvvise, tempeste marine, smottamenti, vento). Sono coinvolti per:

    • raccogliere dati ambientali con sensori fissi e mobili;
    • visualizzare e discutere i dati raccolti nelle app;
    • l’organizzazione di corsi di formazione ed eventi informativi;
    • costruire percorsi partecipativi per una governance più informata e procedure più coerenti.

    Il living lab è allestito da CIMA, ARPAL e Comune di Genova. Le attività sono iniziate nel 2022. Le attività dureranno almeno fino al 2025.

    Attività

    Insieme al Consorzio Marittimo Tigullio stiamo portando avanti la sperimentazione sulla fruibilità delle mini stazioni meteo a bordo delle imbarcazioni: la prima stazione è stata installata sulla barca “Stress” e sta dando buoni risultati in termini di connessione e fruibilità. A breve inizieremo a sperimentare le mini-stazioni meteo su un gruppo di biker, per capire i limiti di altitudine della stazione.

    Come partecipare

    Gli attuali stakeholder sono stati individuati da CIMA, ARPAL e Comune di Genova, includendo la società civile, il mondo accademico, l’industria e la pubblica amministrazione. I partecipanti alle attività vengono quindi selezionati in una seconda fase.
    Altre persone interessate possono essere indirettamente coinvolte nelle attività: ad esempio incontri e corsi di formazione sono aperti a tutti. Vi invitiamo di contattare la Fondazione CIMA.

    Contesto

    La Regione Liguria è un’area spesso soggetta a calamità, come alluvioni e smottamenti.
    È fondamentale coinvolgere i cittadini, gli stakeholder e gli organi istituzionali per prevenire e mitigare i danni sociali, economici e ambientali causati dai pericoli. Le attività scelte per questo living lab aiuteranno a raccogliere dati per migliorare la previsione di questi eventi.
    Gli stakeholder che operano direttamente sul territorio potranno essere portatori di buone pratiche per la tutela del territorio ei cittadini saranno maggiormente informati sulle procedure da seguire in caso di calamità. Le istituzioni pubbliche diventeranno anche più consapevoli di come agire e comunicare durante gli eventi.

    I-CHANGE citizen science activities at the “Across the Sea 2024”

    CIMA Research Foundation participated in the closing event by being part of a scientific table and bringing our knowledge on snow and the availability of water resources.

    Thanks to Chiavari

    It is now concluded the citizen science initiative that researchers from CNR-IRPI, CNR-IGAG, and CNR-IMATI organized with the students of the “Marconi Delpino” Scientific High School in Chiavari, under the umbrella of the I-CHANGE Genoa Living Lab.

    The I-CHANGE GDSO Success Story in the Genoa Living Lab

    The I-CHANGE activity related to the use of MeteoTrackers in the Genoa Living Lab has recently been highlighted as one of the success stories of projects funded by the Horizon 2020 Green Deal Call.

    I-CHANGE at the EGU General Assembly 2024

    The Genoa Living Lab presented the research “Citizen Science in Meteorology: Enhancing weather understanding through innovative instrumentation and community engagement”.

    Climate change affects our daily lives and various business activities

    This is a message now consolidated in our knowledge. Thanks to the involvement of different stakeholder groups in the I-CHANGE project, the Living Lab of Genoa has extended its network to different targets.

    Educational Initiatives: the Genoa Living Lab is empowering Climate Change Awareness

    Thanks to our expertise and the experience gained in dissemination activities within European projects, we continue to participate in events and festivals to talk about the I-CHANGE project, its progress and the results achieved.

    Successful story of the Genoa Living Lab

    I-CHANGE and its partners address the climate and environmental challenges from two different perspectives through a participatory approach and involving deeply citizens and stakeholders.

    The I-CHANGE open hardware Acronet weather station located in the Genoa Living Lab recorded on the highest temperature

    As discussed by ARPAL Summer 2023 in Liguria was characterized by high temperatures with an average of 21.7 degrees which, compared with the average temperatures of the same period of 2003, differs by 0.1 degrees.

    Citizen Science in the Genoa Living Lab

    As part of the Genoa Living Lab, the National Research Council (CNR) initiated engagement activities in collaboration with two high-schools (Marconi-Delpino and Gianelli) in the municipality of Chiavari.

    The Living Lab of Genoa met its stakeholders on the occasion of the European Green Week

    On the occasion of the European Green Week – promoted by the European Community – the Living Lab of Genoa organized an annual meeting with its stakeholders to talk about the activities carried out by the project, the results obtained and the new synergies that could be established on the territory to increase the involvement of citizens in citizen science activities.

    Meteotracker on MTB Turchino Outdoor

    Contatti

    Fondazione CIMA

    Genoa Living Lab

    (English only)

    Contact

    3 + 12 =

    This project has received funding from the European Union’s Horizon 2020 research and innovation programme under grant agreement No 101037193.